bali-bar

Presentazione di BALI Bar&Restaurant

Nel cuore di Trastevere esiste un pezzo di Oriente pronto a trasportare in una dimensione decisamente unica nel suo genere. Un locale etnico nel quale poter entrare in contatto con la cucina e le atmosfere del sud est asiatico: sapori profumi e usanze di una parte del mondo che prende corpo fra sale da tè, una sala fumatori e un ristorante di notevole livello. Unico ristorante con cucina indonesiana della capitale e in assoluto uno dei pochi in Italia. Un posto dove tutti gli amanti della cultura asiatica ma anche coloro che solo per curiosità volessero avvicinarvisi potranno trovare un ambiente esclusivo e unico nel suo genere.

BALI Bar&Restaurant – Pub Trastevere
Le tre sale che lo compongono ne fanno un panorama variegato di atmosfere e molteplici possibilità di scelta. Dalla sala da tè dove poter degustare infusi è bevande calde come tè e tisane ayurvediche, rilassarsi fra morbidi cuscini ed essenze esotiche. Dove lasciare fuori le tensioni e lo stress della quotidianità. Una sala dove poter accompagnare una piacevole conversazione con gli aromi di un buon narghilè. O scegliere uno dei numerosi e profumatissimi cocktail che verranno preparati da mani sapienti ed esperte. BALI Bar&Restaurant è un pub a trastevere, dove potersi attardare fino a notte inoltrata, godendo di un ampio orario di apertura fino alle due del mattino. Ci sono tutti gli ingredienti insomma per poter iniziare una splendida serata o al contrario per concluderla all’insegna di un clima sofisticato ma allo stesso tempo famigliare. E se si ha il desiderio di fumare non ci sono problemi perchè è disponibile una sala fumatori in cui potersi adagiare degustando una delle tante bevande calde offerte dal BALI Bar&Restaurant.
Ed a proposito di ristorante il livello è davvero notevole. Un vasto menù di cucina indonesiana vietnamita e thailandese. Ma anche una valida opzione per i seguaci di una cucina vegana. Fra i pochi in Italia in grado di offrire un mix cosi variegato ma allo stesso tempo estremamente armonico pronto a soddisfare le richieste e le esigenze degli amanti del genere ma non solo. Il BALI Bar&Restaurant è il luogo ideale per chi voglia avvicinarsi per la prima volta a questo genere di cucina e chissà, forse per innamorarsene per sempre.
Un personale attento, cortese e preparato sarà lieto di dare i suoi consigli e proporre i suggerimenti più adatti ai gusti di ognuno per presentare il meglio della cucina asiatica. Molto interessanti da questo punto di vista i menu degustazione che permettono di spaziare nell’intero panorama culinario.
Perché Oriente è soprattutto ospitalità e il locale ne è la trasposizione più genuina e forte. Che si tratti di una cena fra amici o di una romantica serata a due, il BALI Bar&Restaurant offre il contesto giusto per tutte le occasioni. Il suoi spazi ampi e accoglienti sono la cornice ideale per una festa o per un indimenticabile addio al nubilato. E se l’ambiente è insuperabile quanto a capacità di rendere viva l’essenza dell’Asia, la qualità del cibo ne sarà la degna esaltazione. Piatti tipici preparati con un’attenzione di riguardo alle materie prime e con un occhio di assoluto rispetto per le tradizioni. Il menù infatti non concede nulla all’omologazione ma anzi valorizza la tipicità della gastronomia d’Oriente con sapienza e scrupolo.
BALI Bar&Restaurant è un luogo dove la filosofia di una tradizione antica prende corpo nei piatti e abbraccia idealmente una cultura che affascina e coinvolge.
Prezzi assolutamente competitivi in rapporto alla qualità e alla varietà delle proposte offerte. Dagli antipasti al dessert passando per una variegata scelta di primi e secondi piatti, fra i sapori e i colori della cucina asiatica offrono un’esperienza che è sicuramente da provare.
Basterà visitare il sito internet di BALI Bar&Restaurant, per conoscere proposte e prezzi presenti nel menù del locale e avere così un’idea della vasta possibilità si scelta.
La direzione del locale è inoltre disponibile per chi voglia prenotare o festeggiare un evento particolare. Basterà mettersi d’accordo e concordare i termini per rendere un’occasione speciale ancora più speciale.
Per chi ancora non lo avesse fatto resta da provare un luogo che apre una finestra assolutamente originale in un contesto unico come Trastevere.

copertina

Presentazione Software: RISTOMANAGER

Nel campo della ristorazione è necessario essere all’avanguardia, munendosi degli ultimi strumenti offerti dalla tecnologia e finalizzati alla gestione delle comande e dei vari aspetti legati all’attività. In questo caso parliamo di Ristomanager, un gestionale che permette di veicolare gli ordini dei clienti tramite PC o terminali quali Android e iOS, in modo da ottimizzare l’organizzazione della sala.

Le caratteristiche di Ristomanager
Procediamo con ordine. Per quanto riguarda la gestione da pc Desktop e Mac, l’applicazione Ristomanager mostra una mappa che rispecchia l’organizzazione dei tavoli in sala e degli ordini associati. Tra i dettagli che il software consente di monitorare, vi è anche il controllo diretto della cassa veloce e la situazione relativa agli ordini da asporto. La minima variazione dei questi parametri viene istantaneamente rilevata per far sì che il lavoro possa essere ottimizzato ed il cliente possa sentirsi come a casa sua. Non bisogna infatti dimenticare che un’organizzazione impeccabile, come quella che offre Ristomanager, rispecchia l’indice di gradimento del cliente, espresso in stelle nelle apposite piattaforme di feedback online.

slideRistomanager, come detto, si integra anche con uno o più tablet, tramite un’apposita applicazione reperibile sul Play Store o Apple Store. Se l’uso dell’applicazione da PC consente di monitorare la situazione generale della sala da “dietro le quinte”, il software sul tablet permette invece di gestire le comande direttamente al tavolo o verificare che siano stati evasi gli ordini precedenti. Ma non è finita: anche il controllo dei tavoli liberi è decisamente immediato e consente di smaltire facilmente la fila dei clienti all’ingresso del locale. Non è quindi necessario girovagare per la sala in cerca di posti da assegnare.
Va comunque tenuto presente che senza il software centrale, ovvero quello da installare nel PC, Ristomanager non è utilizzabile tramite tablet. L’ottica di fondo è quella di consentire una comunicazione capillare ma pur sempre centralizzata. In questo modo ai vertici della gestione viene garantita la possibilità di un doppio monitoraggio.

Features del software
Considerate le potenzialità di Ristomanager, vediamo di addentrarci meglio nelle sue funzionalità, per capire in che modo la gestione della sala viene ottimizzata. L’idea di fondo di quest’applicazione è quella di facilitare le operazioni di carico e scarico che normalmente avvengono in un ristorante. Ciò evita dimenticanze per quanto riguarda le forniture, così da stabilire in maniera infallibile e senza alcuna perdita di tempo, quali sono le merci in esaurimento. Ciò che il possessore di Ristomanager deve fare è, semplicemente, inserire la quantità di articoli in magazzino per ciascun prodotto. L’andamento viene poi monitorato dal software in maniera automatica.
Per quanto riguarda invece il tool di gestione dei tavoli, si può monitorare non solo la quantità di coperti disponibili e delle comande evase, ma anche la situazione relativa alle prenotazioni ed ai pagamenti ancora in sospeso.

Ciò ci riporta ad un’altra importante funzione, ovvero quella della gestione clienti. Quest’ultima funzione consente di creare una sorta di diario con i dati dei clienti abituali, che vengono poi automaticamente inseriti nel sistema al momento di una nuova prenotazione o nell’istante in cui si svolgono degli ordini tramite la cassa veloce. In questi casi si tratta, semplicemente, di inserire il nome del cliente ed abbinare ad esso le operazioni in svolgimento.

La cassa veloce è il fiore all’occhiello di Ristomanager ed è stata ottimizzata dagli sviluppatori del software per sia per gli schermi tradizionali che per quelli touch, integrandosi così con qualsiasi tipo di device in possesso dal ristoratore. Non bisogna poi dimenticare che la cassa veloce è importante nel controllo ottimizzato degli ordini d’asporto, ed anche in questo caso alla prestazione corrisponde un’anagrafica del cliente, al quale si può perfino associare un’immagine rappresentativa.

L’inserimento di una mole considerevole di dati, analizzata automaticamente da Ristomanager, ci fa bene intuire il motivo per cui, ad ultimo, è stata introdotta la funzione statistiche. Funzione che crea un modulo con grafici colorati ed intuitivi, utili a monitorare l’andamento dell’attività sin da quando l’applicazione è viene installata sui propri dispositivi. Una serie di filtri consentono di impostare l’analisi statistica, dando un’impronta personale in relazione alle esigenze del caso.

Acquisto e reperibilità delle licenze
Come detto, l’applicazione Ristomanager è facilmente reperibile nell’ app store abbinato al sistema operativo del device sul quale si intende installarla; tuttavia dev’essere abbinata ad un software principale con unica gestione da PC. Per entrare in possesso delle diverse licenze disponibili ed acquistarle in tutta comodità, si può visitare il sito dell’azienda produttrice. Tra le varie possibilità d’acquisto si ha Risto Manager Professional, con validità di un anno, senza limitazioni o banner pubblicitari e con possibilità di integrazione con tre palmari. Disponibile anche Ristomanager Advanced, con tutte le funzionalità di una licenza professional ed illimitati abbinamenti su tablet. Infine, per chi ha esigenze più ampie, esistono una serie di kit contenenti una determinata scelta di apparecchiature, come il Kit Completo Plus, il Mini Kit ed il Mini Kit Plus.

La conclusione è che un software come Ristomanager è ormai irrinunciabile per chi ambisce a considerevoli possibilità di crescita nel campo della ristorazione, dove l’organizzazione non sfugge all’occhio critico del cliente. Il progresso, in casi come questo, non può che agevolare il lavoro aumentando le possibilità di successo ed espansione.

gelato mantecazione espressa

Il gelato a mantecazione espressa. Il “fai da te” contro la crisi.

Il gelato a mantecazione espressa è un gelato del tutto particolare, con una cremosità e sofficità che difficilmente avete mai assaggiato prima. Questo tipo di gelato viene preparato e distribuito da dei macchinari innovativi, in grado di assicurare la freschezza del prodotto, senza alterarne le proprietà organolettiche. Le materie prime, tutte di alta qualità, infatti, sono contenute all’interno di fusti di plastica che vengono inseriti all’interno del macchinario, così da impedire che possano entrare in contatto con l’aria o con altre sostanze.

Ma qual’è la caratteristica del gelato a mantecazione espressa? E’ quella per cui il gelato viene prodotto e consumato immediatamente. Ne conseguono una serie di vantaggi per il consumatore che andremo adesso ad elencare. In primo luogo, sarà lo stesso consumatore a creare il “suo gelato” su misura, scegliendo i gusti che preferisce e poi guarnendolo con ciò vuole (salse, croccantini, smarties, ecc). Inoltre, il gelato viene prodotto e consumato all’istante, dando la possibilità di scegliere la temperatura di erogazione nonché il grado di cremosità dello stesso garantendo una personalizzazione totale del prodotto.

gelato mantecazione espressaCon il gelato a mantecazione espressa viene a scomparire la figura della gelateria classica, con vaschette piene di gelato esposte al pubblico e il gelataio impegnato a riempire coni e coppette. All’interno di queste gelaterie, troverete solo le macchine distributrici del gelato e sarete voi, dando sfogo alla vostra fantasia, a preparare il vostro gelato. Si tratta quindi di un nuovo modo di concepire il gelato, sia per quanto attiene la sua produzione, ma soprattutto la per ciò che concerne la sua distribuzione.

Va da se che, eliminando molti dei costi relativi alla produzione del gelato, nonché alla gestione della gelateria, anche il prezzo al consumatore sarà inferiore rispetto a quello abitualmente praticato dalle gelaterie. Quello del gelato a mantecazione espressa è un settore in continua crescita. Si notano, infatti, sempre più gelaterie che adottano questo nuovo metodo di produzione e vendita del gelato, a scapito delle gelaterie tradizionali. D’altronde in un momento di crisi, come quello che stiamo attraversando, è naturale che si cerchino dei modi alternativi ai vecchi modi di produzione del gelato artigianale. Nuovi modi però, che non vanno a discapito della qualità, anzi. Basti pensare che un gelato prodotto in modo artigianale, riposto in vaschette e che sta diverse ore a contatto con l’aria o peggio ancora, con sostanze inquinanti provenienti dall’esterno ( gas di scarico delle macchine), non può certo definirsi più genuino o più buono di un gelato prodotto all’istante da una macchina che ne garantisce nel contempo qualità, freschezza e sofficità.

Insomma, per concludere, il mercato del gelato a mantecazione espressa può rappresentare una buona occasione di investimento per coloro che vogliono esplorare nuovi settori e visto il continuo proliferare di questo tipo di gelaterie, l’investimento darà sicuramente buoni frutti.
Non dimentichiamo poi gli innumerevoli vantaggi per il venditore, che in un colpo solo si vede abbattuti non solo i costi di produzione del gelato, ma anche quelli di gestione con in particolare una riduzione dei costi del personale, che sono praticamente ridotti al minimo.
Insomma, con il gelato a mantecazione espressa ci guadagnano tutti: consumatore e venditore.

marketing della ristorazione idee e design ristorante

Marketing della Ristorazione. I cinque locali più cool del Regno Unito

Il boom della ristorazione, negli ultimi anni, ha dato vita a realtà imprenditoriali sempre più interessanti in tutto il mondo. Uno dei Paesi più attivi in innovative idee nella ristorazione è sicuramente il Regno Unito.

Al di là della Manica, infatti, stanno nascendo numerosi locali cool e trendy che stanno sfruttando il marketing della ristorazione per diventare vere e proprie icone di stile.

Il Wine Bar Gordon’s è gia da tempo uno dei posti glamour del Regno Unito. All’interno del cuore pulsante della City, di fronte alle sponde del Tamigi, il wine bar più antico di Londra permette di vivere un’esperienza davvero unica: una meravigliosa caverna ricavata in un antico palazzo londinese dove gustare, al lume delle candele accese all’interno delle bottiglie di vino già finite, i gusti ed i sapori tipici inglesi. Formaggi ed affettati della zona possono essere assaporati in un clima conviviale e frizzante, tra botti e tavolini in legno che si alternano in un interessante percorso gustativo reso ancora più ricercato dalla lunga carta dei vini disponibili.

Il marketing della ristorazione nella più grande isola d’Europa sta facendo emergere numerose realtà, particolari e ricercate, per soddisfare ogni tipo di palato.

Ad un centinaio di chilometri ad ovest di Londra, percorrendo la strada che porta verso il Galles, a Berkshire, si trova uno dei ristoranti più rinomati di tutto il Regno Unito. Pluripremiato con i riconoscimenti più prestigiosi. Il locale è stato insignito del titolo di miglior ristorante al mondo nel 2005. The Fat Duck è una metà che non può mancare per gli amanti della buona tavola e per chi desidera vivere una serata di fascino in un locale senza tempo. La maestria in cucina di un mostro sacro come Heston Blumenthal fonda le sue radici su sperimentazioni insolite ed originali, grazie anche alla collaborazione dello chef con scienziati e psicologi.
Uno stile inconfondibile di cucina molecolare che ha saputo crescere fino al top mondiale grazie allo strategico marketing della ristorazione che da sempre sta alla base del successo del locale.

Chi desidera gustare la migliore birra di tutto il Regno Unito si deve spingere più a nord del Paese, nelle vicinanze di Worcester. A Malvern, più precisamente, sorge il miglior pub presente sul territorio della regina, il Nags Head. Una vastissima scelta delle migliori birre nordiche è solo una delle qualità di un locale davvero eccentrico, gestito in modo genuino e ruspante. L’atmosfera tra la baita di montagna, con caminetti e sedie in legno, ed il tipico casolare di campagna fa da sfondo ad un ottimo cibo accompagnato da una straordinaria selezione delle birre più gustose.

Gli amanti dei dolci possono realizzare i desideri del loro palato tornando nella City: The Hummingbird Bakery, nella famosissima Portobello Road nella zona di Notting Hill, è il luogo perfetto dove gustare dei cupcake con i fiocchi. Una piccola pasticceria, dai colori sgargianti, riserva al suo interno soprese inaspettate. Non solo cupcake, ma anche cheescake e brownies, da provare, senza paura di commettere qualche peccato di gola, insieme ad una calda tazza di tè.

E per chi desidera vivere la notte senza dimenticare l’attenzione per la buona tavola, il Printworks di Manchester è il posto ideale: ristoranti, pub, divertimento e film. Per vivere una serata trasformista, dai mille volti, per chi desidera avere, a portata di mano, tutto ciò che serve per un nightlife di stile.

cartadeivini

5 consigli per una buona carta dei vini da presentare ai propri clienti

 

carta de iviniLa selezione dei vini
Nella carta dei vini deve essere presente un’accurata selezione delle migliori bottiglie della cantina del ristorante, possibilmente classificate in base alla tipologia e alla loro provenienza. Il lavoro della selezione è sempre impegnativo ed è consigliabile affidarlo a un sommelier. Non si dovrebbe mai scendere sotto una certa qualità, sono i vini che state consigliando ai vostri clienti. Vini di annate particolari o rari possono essere essere messi in evidenza.

L’assortimento
La carta deve riportare l’assortimento delle etichette dei vini che il locale propone ai propri clienti. È bene non trascurare nessun tipo di vino: dal rosso al rosato, dal bianco secco o frizzante al vino da dessert. È assolutamente importante che la lista dei vini della carta sia perfettamente allineata alla presenza dei vini in cantina, al fine di non deludere il cliente per un vino scelto ma non disponibile. Pertanto è bene tenerla sempre aggiornata.  Evitare liste troppe lunghe dove il cliente può perdersi nella consultazione. Un buon assortimento, ben bilanciato, può includere etichette o vini di provenienza rinomata che produzioni più ricercate che susciteranno le curiosità del cliente.

La giusta comunicazione al cliente
Nell’elencare i vini è opportuno evidenziare, per ciascun vino, le caratteristiche e il luogo di origine del vigneto. Inoltre è utile per il cliente consigliare, per ciascun vino o per gruppi di vini, le portate con cui si abbina meglio ed evidenziare eventuali accostamenti particolari, soprattutto per quanto riguarda i vini e i piatti tipici della zona o del ristorante.

Marketing
Nella carta, per ciascuno dei vini, è bene riportare sempre il prezzo e raggruppare i vini possibilmente per fascia. Una buona idea è consentire di ordinare anche solo un calice anziché l’intera bottiglia ad esempio adottando l’offerta “Il Vino del giorno”.  Gratificherà il palato del cliente e il ricarico del ristoratore potrà essere maggiore.

La grafica e il design
La qualità estetica della carta dei vini è un elemento molto importante al fine di valorizzare le etichette della propria cantina. La carta sicuramente deve essere in linea con la categoria e con lo stile del ristorante. Al fine di ottenere un risultato professionale che sia accattivante e originale per i clienti è consigliabile rivolgersi a una azienda che si occupa professionalmente di grafica e di design e che può garantire un prodotto che sia di stile e qualità.

pecchioli-soprapiano-lavabo

Bagni esclusivi per Ristorante ed Hotel: la nostra guida

Ammettetelo, quante volte vi è capitato di entrare in una stanza di un Hotel di lusso e andare a controllare subito il bagno e magari rimanerle deluso. Oppure, di entrare in un bagno di un ristorante con tre stelle Michelin di giudizio e constatare amaramente della qualità dei servizi. Il bagno in questo tipo di attività imprenditoriale è un aspetto che non va trascurato ma, anzi, richiede una particolare cura dei dettagli in modo tale da rispondere alle aspettative di clienti particolarmente esigenti. I clienti di un certo livello, d’altronde, si aspettano che tutto sia rasente alla perfezione. Ma proprio tutto.

Ogni cosa andrebbe scelta nei minimi dettagli. Ogni complemento, ogni angolo di una stanza, di un bagno aiuterà, infatti, il cliente a ricordare quell’Hotel o quel ristorante dove è appena stato come di un posto unico e difficile da imitare, soprattutto per quant riguarda lo stile. Ma sopratutto, invoglierà il cliente a tornare e a parlarne bene del posto con parenti e amici. Lo sappiamo, ce ne rendiamo conto, questo non è mai facile. La scelta è tanta e così lo sono le decisioni.

Oggi, pertanto, vogliamo fornire delle pratiche idee per bagni esclusivi che vi guidino verso delle scelte corrette, suggerite dalla nota impresa edile Dueddi Group srl, la ditta che si occupa di Ristrutturazioni Appartamenti a Roma, conosciuta per il suo team altamente qualificato che garantisce cura nei dettagli per qualsiasi progetto, dalla fase iniziale alla conclusione del lavoro.

RIVESTIMENTI  E PAVIMENTI La coerenza di stile è tutto. Un ristorante di carne, non potrà mai avere un bagno con stelle marine e ombrelloni ma dovrà seguire attentamente l’anima del locale. Un Hotel storico al centro di Roma non potrà avere un bagno eccessivamente moderno ma dovrà, possibilmente, mantenere un’anima classica e ricercata. bagno esclusivo e di lussoIn tal senso ci viene in aiuta la storica Azienda fiorentina, Pecchioli Ceramiche che, dal 1939, produce rivestimenti in ceramica smaltati dal design inconfondibile, nel quale il colore la fa da padron e il senso di movimento creato dai riflessi cromati è l’assoluto protagonista. Per un bagno esclusivo, ve lo garantiamo, Pecchioli è sicuramente la scelta che fa per voi.

Per un design più moderno (magari per un ristorante) che mantenga toni e colori vivi, la nostra scelta ricade su Mosaico+ azienda emiliana che propone una vasta gamma di tessere diverse per colore, formato e finiture. Materia prevalente, in questo caso, è il vetro. Di conseguenza, il risultato, sarà un bagno particolarmente luminoso e vivo che lascerà certamente senza fiato i vostri clienti.

Il massimo dell’esclusività, anche nel 2015 rimane sempre il marmo che con i suoi dettagli, la sua eleganza permetterà sempre di ottenere un bagno ricercato e armonioso. Dal nostro punto di vista il marmo, rimane un prodotto freddo. Ecco perché preferiamo un rivestimento in pietra la quale, inoltre ci da la possibilità di essere più flessibili nella scelta dei pavimenti. Anche se non particolarmente indicato per i bagni, se avete coraggio e volete, osate con un parquet in legno massello. L’effetto è semplicemente straordinario. Se volete qualcosa di semplice ma volete comunque mantenere un effetto legno, il gres porcellanato è quello che far per voi.

RUBINETTERIA E COMPLEMENTI DI LUSSO. La scelta della giusta rubinetteria, o di altri accessori simili, è molto importante per un bagno esclusivo che vuole essere ricordato positivamente e soprattutto che trasmetta quel senso di esclusività che state cercando. Questo perché i rubinetti sono tra gli elementi del bagno con cui si interagisce più frequentemente. Indipendentemente dalla location, è importante, in questo caso la praticità. Un rubinetto dal design semplice e funzionale può rappresentare un buon compresso ma, è chiaro che, se volete dare quel “quid” in più al vostro bagno dovere è necessario ricercare quelle forme e quelle decorazioni particolarmente originali. E’ il caso dei rubinetti della Bath&Bath i quali, per le forme che assumono, possono essere considerati delle piccole opere d’arte. Spesso si può far leva sul colore, come nel caso della collezione glam della Bongio, la quale utilizza un giallo oro che, più di tutti, rievoca lusso. Controindicazione.

Questo tipo di complementi possono risultare particolarmente delicati. Se volete andare sul sicuro, puntate sull’acciaio. Ravasini Edizioni offre rubinetteria pratica, di classe bagni di qualitàe praticamente indistruttibile, realizzata in maniera artigianale per garantire oltre che l’esclusività del vostro bagno una durata nel tempo.
I prodotti sono acquistabili sullo shop online insieme ad una vasta gamma di accessori e complementi per il bagno

L’ILLUMINAZIONE Come accennato già in precedenza, un fattore importante è giocato dai rivestimenti. Colori chiari e sgargianti aiuteranno ad avere un bagno luminoso. Tuttavia, in questo caso l’utilizzo di lampade e punti luce possono aiutare. Di forme e dimensioni disponibili ce ne sono un’infinità. Partendo dalla lampade più semplici, fino ad arrivare ai modelli più eleganti ed originali in grado di illuminare un bagno in modo esclusivo e ricercato. Scegliete anche qui in base allo stile. Luci calde per un bagno classico, una luce più viva per un bagno moderno. Il tocco di classe in questo caso? La retroilluminazione dello specchio come quella pensata da Osram.

IL BOX DOCCIA E LA VASCA  Partiamo dicendo che tutte le aziende citate precedentemente offrono quanto di meglio possa esserci sul mercato per realizzare il vostro bagno di lusso. Sottolineamo, inoltre, che trovare un box doccia o una vasca nel bagno di un ristorante è cosa alquanto rara. Ecco perché in questo caso ci rivolgiamo prevalentemente ad imprenditori nel settore alberghiero.

Dal nostro punto di vista un bagno esclusivo, o di lusso se si preferisce, è qualcosa che lascia senza fiato. La prima esclamazione quando si entra in tale tipo di bagno non potrà che essere di stupore. Non ce ne vogliano, pertanto gli innamorati del box doccia, la quale è sicuramente pratico ed efficiente, ma in tale contesto non possiamo che consigliarebagno esclusiva vasca vintage una vasca da bagno. Qui la parola d’ordine degli ultimi anni è: vintage. L’arredamento che ricorda gli anni ’60 e ’70, quando è di grande qualità, aiuta a creare un’atmosfera d’altri tempi perché è in grado di rievocare l’ambiente tipico di una casa lussuosa del passato. Un esempio pratico è costituito dalle vasche in stile liberty della Bath&Bath , decorate con cura e che rimangono sollevate dal pavimento grazie a dei piccoli piedistalli realizzati in ceramica, oppure in metallo.

Questa scelta è una soluzione ideale soprattutto per far felici i clienti che vogliono rilassarsi con un bel bagno caldo dopo un’intensa giornata di lavoro, o durante una piacevole vacanza. Se volete strafare installate una classica vasca idromassaggio, forse un prodotto meno lussuoso ma forse più utile, soprattutto per il turista affaticato dalle fatiche in giro per la città.

chef_computer

Perchè un ristorante dovrebbe utilizzare un servizio di Newsletter?

chef_computerNegli ultimi anni si è assistito ad un costante aumento dell’offerta diversificata nel settore ristorazione, dal tipo di cucina (tradizionale, ricercata, etnica, ecc.), fascia di prezzo, etc.
Un cliente che decide di uscire per pranzo o per cena ha quindi davanti a sé un ampio ventaglio di possibilità tra cui scegliere.
È evidente quindi come sia sempre più importante per un ristorante essere memorabile e distintivo nella mente del proprio cliente. Continua a leggere

foto_piatto

Come scattare belle foto a piatti, alimenti, ricette, ingredienti, etc…?

foto bella a piatti e alimenti

foto belle a piatti

Ci sono poche cose in grado di far scattare la nostra emotività come una bella portata impiattata a regola d’arte, ed ormai è una tendenza diffusissima scattare foto a piatti in locali e ristoranti per condividere quella deliziosa visione con amici sui social. Ma come scattare una foto ad un piatto in modo professionale? Un’immagine digitale può rendere al meglio la ricchezza di un cibo gustoso come dal vivo? Blogger e professionisti del settore si sono posti spesso questo problema.

Ecco allora la necessità di seguire alcune regole base per far risaltare le qualità della pietanza, l’impegno e la cura che sono stati impiegati nella sua preparazione.
La prima cosa da valutare è il soggetto: come è ovvio che sia, è importante che il piatto risulti esteticamente bello e ricco di colore. A questo punto è necessario valutare tre aspetti: luce, set e inquadratura. Per quanto riguarda la luce è consigliabile affidarsi a quella naturale e, se non si può fare a meno, far ricorso a quella artificiale, meglio un po’ soffusa e posta dietro o di lato al soggetto per dare più naturalezza. Il set rappresenta il contesto in cui il piatto viene immortalato, perciò è bene che questo resti di contorno e valorizzi il reale soggetto della foto. Infine l’inquadratura; esistono varie angolazioni a seconda dell’effetto che si vuole ottenere; le più usate sono: da sinistra, dove viene messo in rilievo la verticalità del piatto; dal centro, la più naturale in quanto è il punto di vista che si ha quando si è a tavola; e da destra o aerea, pone in risalto la composizione. Da evitare filtri che rendono i colori del cibo innaturali.

Per quanto riguarda la composizione dell’immagine è consigliabile porre il piatto in primo piano, mettere a fuoco il dettaglio che si vuole valorizzare e sfuocare il resto. Pertanto, è necessario l’uso di diaframmi molto aperti che permettono di creare un buon disequilibrio tra soggetto ed il suo contorno. Inoltre, per ottenere una buona immagine è meglio utilizzare un obiettivo fisso ed avvicinassi fisicamente al piatto, senza ricorrere allo zoom. Le impostazioni opportune di iso sono come quelle di una qualsiasi foto: alto con minore luminosità e basso con scarsa luminosità. Infine i tempi di scatto; la preferenza di tempi lunghi o corti dipende dall’effetto che si vuole creare: alta esposizione per dare un effetto di movimento e bassa esposizione se si vuole bloccare l’attimo.